“ DISTURBI e MESSAGGI “
 
Vi giro questo bel articolo trovato su Facebook … DA leggere con attenzione ….
 
“ ogni dolore è il risultato di uno sforzo che facciamo per attaccarci ad un pensiero negativo “
 
Tutte le malattie hanno origine nella mente; la malattia è un avvertimento, è un modo che ha la mente per attirare la attenzione su un pensiero che non è in armonia; ogni guarigione è provvisoria fintanto che non abbiamo guarito i pensieri negativi!
 
Se pensiamo alle tappe con cui evolve la nostra vita : neonato – bambino – adulto – vecchio, è normale che ad una certa età ci si possa ammalare.
 
Secondo certi ricercatori, la pulsione della morte è la sorgente di tutte le malattie!
 
Ma, cos’è la morte?
 
La morte non è altro che una diversa aggregazione delle molecole che, in vita, hanno dato la forma al nostro corpo; per cui è necessario far funzionare meglio il nostro corpo con il potere della mente, cioè diventare padroni del nostro corpo significa migliorare la qualità della vita.
 
Tutte le malattie sono dovute a squilibri energetici, ad energia bloccata, e, molto spesso questa energia riguarda Emozioni Cristallizzate.
 
La guarigione consiste sempre nel comprendere il messaggio che il corpo ci dà, nel correggere il difetto informativo e nell’integrarlo.
 
APPARATO RESPIRATORIO
In medicina trad. cinese, Polmone e Intestino Crasso sono accoppiati in una unità funzionale Yin – Yang; per unità funzionale si intende tutto quello che ruota attorno alla attività di un organo.
 
Il polmone è, assieme al cuore, l’Organo Ritmico per eccellenza, però, mentre il cuore comincia a pulsare già all’inizio della vita fetale, la respirazione comincia solo con la vita autonoma, cioè con la nascita, cioè con il taglio del cordone ombelicale. Il polmone è quindi l’organo che ci mette in contatto col mondo esterno,con l’aria che tutti respiriamo, con il mondo polare!
 
Espirazione e Inspirazione sono legate al mondo polare, sarebbe impossibile immaginare una sola di queste due fasi, poiché il risultato sarebbe la morte e, con la morte si esce dal mondo fenomenico polare.
 
Le due funzioni principali per mantenere la vita, dopo la nascita, sono la Alimentazione e la Respirazione, ma, mentre possiamo fare a meno di mangiare per qualche tempo, non possiamo certo permetterci di non respirare.
 
La Respirazione ci rende cittadini del mondo, poiché tramite essa, il nostro corpo ( micro cosmo ) è costretto anche se non vuole a entrare in contatto col mondo esterno, con tutto, con tutti; l’aria che inspiriamo è la stessa che hanno respirato gli altri esseri viventi, minerali, vegetali, animali.
 
Il Respiro ha quindi a che fare con il mettersi in Contatto e con il mettersi in Relazione.
 
Al polmone sono legate la Funzionalità Cutanea e la Evacuazione Intestinale.
 
Nb.: la superficie degli alveoli polmonari è di circa 70 mq.,la superficie della cute è di soli 1 o 2 mq.; inoltre il contatto della pelle con il mondo esterno è controllato dalla nostra volontà: siamo noi a decidere di abbracciare o toccare!
 
Molti squilibri fra polmone e cute possono essere reversibili tra i due organi di contatto, ad es., un eczema cutaneo soppresso con una pomata cortisonica può trasformarsi in asma e viceversa o ancora se la malattia si approfondisce potrà diventare colite ( unità funzionale polmone – intest. crasso ).
 
L’asmatico perde la funzione ritmica respiratoria, perché l’asmatico è preoccupato di prendere ( aria ricca di ossigeno ), mentre non riesce a dare ( aria ricca di CO2 ), per cui si autoavvelena!; quindi l’asmatico lotta per l’aria, anche se ne ha in abbondanza.
 
L’ASMATICO HA BISOGNO di AMORE MA NON SA DARLO, proprio come fa con l’aria; inoltre nella persona asmatica si nota un progressivo aumento di volume del torace, che è sintomo di potere e aggressività; è vero c’è un torace più robusto, ma non vi è però un aumento del volume respiratorio, perché manca la elasticità.
 
Spesso l’asmatico diventa anche allergico: l’asmatico riconosce come pericolose sostanze anche innocue e il suo sist. immunitario si chiude ad esse, sviluppando una reazione allergica.
 
L’asmatico ha paura del contatto, ha paura di lasciarsi andare, di accettare i vari aspetti del mondo polare.
 
Spesso, nell’asmatico oltre ai fenomeni allergici compaiono anche fenomeni di Intolleranza Alimentare, che poi peggiora la situazione.
 
Una delle intolleranze più frequenti è quella del Latte Vaccino e alle sue proteine.
 
E’ interessante notare che solo l’uomo utilizza il latte come nutrimento post- infanzia, a differenza di tutti gli altri mammiferi; il desiderio di latte è da collegarsi ad un desiderio infantile di amore e quindi può rappresentare una difficoltà ad entrare nella fase adulta.
 
APPARATO CUTANEO
Alcune nozioni le abbiamo già viste, ora facciamo alcune considerazioni aggiuntive: dal Foglietto Ectodermico hanno origine Cute e Sistema Nervoso.
La cute è di conseguenza la spia più fedele dei disturbi ad origine neuro-vegetativa e psicosomatica
Attraverso la cute inoltre si manifesta il mondo interno, cioè gli squilibri degli organi interni e delle loro funzioni.
La cute inoltre fa parte del triangolo della eliminazione : Reni – Intestino _ Cute; le malattie cutanee devono essere sempre considerate come positive, perché dicono che il corpo ha la capacità di eliminare tossine.
L’Acne, ad es., è un problema cutaneo proprio della pubertà ed è energia yang sessuale ( cambiamento ormonale ) repressa, alla quale si associa spesso un carico alimentare eccessivo che coinvolge reni e intestino.
La pelle in questo caso rappresenta una barriera al rapporto sessuale, non a caso compare nelle zone più scoperte del corpo come viso, spalle e sotto al collo.
La Psoriasi è un’altra malattia relazionale che compare sulla pelle che coinvolge reni ( legati simbolicamente alla socialità , al rapporto di coppia ecc. ) e intestino crasso ( legato simbolicamente ai contenuti inconsci ) : rappresenta una estrema difesa, non si vuole fare entrare nulla e neppure fare uscire nulla!
Ci si difende per paura di essere feriti, più forte è la paura di essere feriti dentro,più forte è la difesa e sempre più forte sarà poi la fragilità interiore.
L’Eczema è un’altra manifestazione di chiudere con l’esterno
Il Prurito , che la medicina considera come il livello più basso di dolore, è energia yang che vuole uscire, cioè amore, passione, ira o altro.
 
APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO
Cuore e Polmoni sono i due organi ritmici per eccellenza. Il Cuore svolge il suo compito all’interno del corpo spingendo la massa di sangue che procede con una propagazione di flusso di 30 cm. al secondo e un’onda arteriosa di 9 metri al secondo. L’onda arteriosa percorre in pochissimo tempo l’intero organismo e ne raccoglie le informazioni distrettuali e globali, tanto che in Med. Trad. Cinese i polsi vengono utilizzati per fare una diagnosi olistica.
Il cuore è sinonimo di Sentimento, è posto ,nel corpo, a sinistra e quindi è in connessione con l’emisfero destro. Si Ama con il Cuore !
 
APPARATO GASTROENTERICO
Nella respirazione vi è una accettazione del mondo che ci circonda ( aria ), nella digestione la accettazione interessa il mondo esterno più materiale ( cibo ); inoltre la digestione non ha un vero e proprio ritmo.
Simbolicamente la Digestione ha stretti rapporti con le Funzioni Cerebrali; nel primo caso si tratta di digerire sostanze materiali, nel secondo caso di digerire sostanze non materiali ( emozioni ).
Una dettagliata descrizione sulle preferenze alimentari, già da sola, ci dà informazioni importanti sulla persona e sul suo stato emozionale.
La “fame d’amore” non soddisfatta diventa fame di sapori dolci ( vuoto stomaco – milza pancreas ); coloro che svolgono lavori intellettuali e pensano molto cercano cibi salati ( vuoto rene – vescica ); le persone molto conservative preferiscono cibi in scatola, cibi affumicati, thè amaro ( vuoto intestino tenue – cuore ); chi cerca cibi piccanti cerca invece nuovi stimoli ( vuoto intest. crasso – polmone ); chi cerca cibi acidi tende ad avere un carattere irascibile e irritabile ( vuoto fegato – vesc. biliare ).Le persone che cercano cibi leggeri, senza sapore, insipidi, evitano nella vita quotidiana tutte le sensazioni nuove, hanno paura del mondo esterno e di doversi confrontare con esso. Questa paura del confronto può portare, a causa della gastrite sopraggiunta, a consumare creme, pappe, omogeneizzati; in queste persone vi è una rinuncia alla masticazione e quindi alla propria aggressività.
I denti rappresentano, nella evoluzione, l’espressione simbolica della aggressività e della vitalità; i denti malati testimoniano difficoltà a canalizzare la propria aggressività. “ Sognare la caduta dei denti “, secondo Freud, significa castrazione, repressione della aggressività. Nb.: sessualità e aggressività hanno strette correlazioni !
Digrignare i denti durante la notte significa reprimere il desiderio di mordere e aggredire; la persona rovina i suoi denti di notte per renderli meno offensivi di giorno.
Le gengive sono la base dei denti e quindi rappresentano la base della vitalità e della aggressività.
L’inghiottire è da riferirsi sia a cose materiali ( cibo ) che a cose non materiali ( emozioni ) e quindi le difficoltà a deglutire sono da riferirsi a queste problematiche.
La nausea indica un rifiuto per qualcosa che ci pesa sullo stomaco, vomitare significa non accettare. La donna incinta che vomita rifiuta inconsciamente il figlio o meglio lo spermatozoo, cioè non accetta di avere fatto suo quel seme; in certi casi questo può essere interpretato come rifiuto del ruolo materno e quindi del femminile.
Lo stomaco è l’organo che riceve ( yin ) il cibo e simbolicamente rappresenta la capacità di accogliere, di ricevere,custodire, di sentire, di donarsi, di assorbire.
I succhi gastrici rappresentano l’altro polo, il maschile ( yang ) e la componente aggressiva. Il malato di gastrite di solito ha una aggressività esagerata.
Il pancreas ha due funzioni: endocrina, produce “ insulina “ necessaria a metabolizzare gli zuccheri ( che sono simbolo dell’amore ); esocrina ,produzione succhi digestivi ( enzimi ), aggressivi di natura maschile ( yang ). Quando c’è una carenza di insulina,gli zuccheri non vengono metabolizzati, passano nel sangue e saranno poi eliminati con le urine; dal punto di vista simbolico, significa desiderio di amore, ma incapacità di accettarlo.
A Cuore e Intestino Tenue sono legate la Funzionalità Nervosa e Cerebrale; l’int. Tenue opera una scelta fra ciò che è utile e ciò che va scartato nei cibi introdotti, ma la stessa cosa la compie anche verso emozioni o stati d’animo; infatti i disturbi a carico dell’intest. tenue sono sempre accompagnati da una eccessiva analisi e critica, per cui si definisce Iper- produzione Razionale Psicologica, che dal punto di vista pratico, porta anche ad una Iper-produzione Fisica Cutanea con verruche, conditomi, lipomi, ecc.
Uno dei sintomi più frequenti dell’Intest. Tenue è la Diarrea, che è un sintomo di Iper-produzione a livello fisico. La Diarrea è simbolo di paura; vogliamo trattenere con troppa forza ciò che abbiamo e la risposta è la perdita: dobbiamo rilassarci e accettare.
L’Intestino Crasso invece ha il compito di assorbire l’acqua dalla feci e, a questo livello troviamo le Stipsi Atoniche, cioè senza motilità della muscolatura liscia, opp. le Stipsi Spastiche da eccesso di motilità,ma che produce onde contrarie a quelle fisiologiche; in entrambi i casi è sempre necessario controllare fegato-vescic. biliare e il rapporto con L’elemento polmone-colon.
La risposta simbolica è sempre: “ non voler dare, trattenere, essere avari”.
Inoltre l’Intestino Tenue corrisponde simbolicamente alle Funzioni Cerebrali Conscie, l’ Intestino Crasso corrisponde all’Inconscio, e, le feci rappresentano i contenuti inconsci; gli antichi medici cinesi sostenevano che il colon rappresenta “ lo scrigno dei desideri non realizzati”. La stitichezza è quindi paura di manifestare i contenuti inconsci, per cui è fondamentale risolvere la stitichezza.
Fegato e Vescicola Biliare:
La funzione preponderante del fegato è senza dubbio quella di Disintossicare, cioè di fare una distinzione e una valutazione ( su cosa eliminare ); la Vescicola biliare è il simbolo di collera, ira, aggressività.
I calcoli biliari rappresentano una condensazione di energia, una energia che si è materializzata; il calcolo esprime sempre una difficoltà a manifestare la propria aggressività . la propria energia.
I calcoli biliari sono più frequenti nelle donne, mentre quelli renali negli uomini; inoltre la statistica dice che sono più frequenti nelle donne sposate. Si pensa che queste donne vivono la propria famiglia come una struttura che impedisce la libera canalizzazione della propria energia e aggressività; le coliche, con spasmi e urla di dolore, permettono di rimettere in moto l’energia.
L’Anoressia è una patologia femminile frequente ed è legata al rifiuto della femminilità e sessualità; ingrassare, vedersi diventare rotonda significa essere donna , e, questo, va negato ad ogni costo !
La persona bulimica invece alterna il rifiuto del cibo con la ricerca spasmodica di alimenti, per il solo gusto di riempirsi per poi vomitare.
Il desiderio che domina è la “ smaterializzazione “ , per cui la morte non viene vista come negativa,ma come fase positiva; la persona rifiuta ogni forza centripeta di condensazione (yang ), mentre le forze centrifughe di dematerializzazione (yin) si esaltano. E’ la fame di sesso e di amore che viene repressa e si sfoga nel simbolismo orale ( rifiuto del cibo e di amore )
 
APPARATO GENITO URINARIO
 
Il rene, dal punto di vista simbolico, è da mettere in relazione con la socialità e il contatto con le persone che ci stanno vicine, infatti non è per caso che si socializzi bevendo e, in tal modo si stimoli il rene ! Le bevande più usate sono: thè, caffè, alcool, tutte fortemente diuretiche.
Una delle funzioni renali più importanti è quella di mantenere l’equilibrio acido – basico ( e quindi l’equilibrio yang- yin ) che è proprio del sangue; nello stesso modo, dal punto di vista simbolico, nella coppia si sperimenta l’equilibrio della polarità, il tentativo di armonizzare lo yin, femminile e basico, con lo yang, maschile e acido.
Nelle malattie renali simbolicamente si vedranno i problemi nel rapportarsi col prossimo e col proprio partner; non vedere nei difetti del partner la proiezione della propria ombra porta a squilibrio e malattia a livello di rene.
I calcoli renali simboleggiano problemi evolutivi: i calcoli sono sostanze destinate ad essere eliminate, ma che invece precipitano e così ci creeranno dolore e sarà proprio questo dolore che ci costringerà a trovare il modo di espellerli.
Nel rene – surrene si deposita l’energia ancestrale, cioè l’energia che ereditiamo dai genitori; ancestrale vuol dire energia cromosomica, cioè un quantum di energia vitale, individuale,yin – yang.
Le patologie della vescica urinaria simboleggiano sempre il concetto di pressione, ossia problematiche già superate, ma che non si è avuto ancora il coraggio di eliminare.
Nella cistite, il bruciore che accompagna il rilassamento esprime la difficoltà a lasciarsi andare, ad eliminare la pressione.
Lo spasmo e la scarsa urina sono segno della incapacità del soggetto ad abbandonarsi.
L’enuresi notturna è legata alla pressione psicologica che il bambino riceve durante il giorno; la risposta è il rilassamento con minzione durante la notte; il bambino simbolicamente restituisce ai genitori, attraverso il problema, la pressione ricevuta durante il giorno.
 
APPARATO GENITALE
 
Le mestruazioni sono il simbolo della femminilità, della luna, dell’acqua, del polo yin che riceve; nell’equilibrio mestruale si riflette l’ accettazione della propria femminilità e, tutti i disagi e dolori mestruali girano intorno a questa problematica psicologica.
Col mestruo la donna dona una parte della sua forza vitale, compie simbolicamente una piccola nascita, che però ha in sé anche il polo opposto, una piccola morte; infatti col mestruo si elimina anche tessuto morto.
La mestruazione dolorosa sottolinea sempre problemi sessuali: chi non accetta la propria femminilità , e quindi la propria polarità, non sa donarsi, non sa abbandonarsi e quindi non può vivere liberamente l’orgasmo, che simbolicamente è una piccola morte. ( anche il sonno nella simbologia è sinonimo di morte = il non lasciarsi andare )
La menopausa può essere accompagnata da problematiche che sono in relazione al vissuto sessuale precedente: le vampate simboleggiano chiaramente la sessualità, la donna può entrare in panico e risvegliare in sé tutti i desideri non realizzati.
I miomi sono frequenti soprattutto in menopausa e rappresentano una gravidanza e quindi desideri inconsci di maternità; del resto l’intervento per asportare il mioma rappresenta il parto.
In sostanza tutti i disturbi genitali sono legati al “ non sapere vivere pienamente il proprio ruolo sessuale “.
Anche in gravidanza ( gestosi gravidica ) si può presentare un problema analogo : vi può essere un rifiuto inconscio, più o meno marcato del figlio.
 
ORGANI di SENSO
 
Gli organi di senso possono essere considerati delle “finestre “, uno “ specchio “ della nostra anima, della nostra interiorità; tutte le alterazioni percettive degli organi di senso vanno interpretate come difetti di percezione della nostra anima.
Così, le malattie degli occhi saranno collegate al concetto di non voler vedere.
Nella miopia non si vuol vedere il mondo che ci circonda e quindi ci si rifiuta di vedere se stessi; nella presbiopia, frequente dopo i 40 anni, si vede solo da lontano a causa della rigidità del cristallino; vedere lontano significa avere larghezza di vedute, non fermarsi al dettaglio, ma all’insieme. La presbiopia indica che la larghezza di vedute è reale solo sul piano fisico.
Nella cataratta il cristallino si opacizza, così la persona crea una barriera al mondo circostante, sfugge ai suoi pericoli, e anche nel glaucoma accade la stessa cosa: si cala una saracinesca per non vedere.
 
Similmente le malattie dell’orecchio sono collegate al non voler sentire.
 
CEFALEA ed EMICRANIA
 
La testa è un terminale Yang, ad essa arrivano e da essa partono tutti i meridiani Yang, la testa è anche la sede del pensiero, del polo superiore.
La medicina del XX secolo ha sempre più curato un uomo senza testa ( medicina specialistica ) opp. una testa senza corpo ( neuro – psichiatria ) e questo riflette la tendenza propria della nostra epoca a separare la testa dal corpo e questa è la causa principale delle cefalee da tensione; vuol dire che si compie una dissociazione fra il polo superiore ( pensiero ) e il polo inferiore organico – funzionale. Se il centro del pensiero ( la testa ) non è più in armonia con il polo del sentimento ( cuore ) insorge la cefalea. Generalmente sono l’orgoglio, l’ambizione, la mania di perfezione, il tentativo egocentrico di imporsi agli altri a realizzare questa dissociazione. La persona che soffre di cefalea cerca di separare la testa dal corpo.
La emicrania invece rappresenta la concentrazione della sessualità nella testa.
La crisi di emicrania è simbolicamente un orgasmo, per cui chi soffre di emicrania ha un problema legato alla sessualità; con l’ emicrania, fra l’altro’ si evitano i rapporti sessuali…….
 
DEPRESSIONI
 
Nella depressione si vive solo nella polarità Yin della morte, delle tenebre, si rifiuta l’equilibrio con la fase yang; spesso è la aggressività repressa che porta ad essere aggresivi verso se stessi fino al suicidio; anche la fuga dalle responsabilità può essere legata a depressione: la vita quotidiana è legata a sensi di colpa e responsabilità, e quindi va cancellata e sostituita con l’idea di solitudine, vecchiaia e morte.
 
CONSIDERAZIONI :
 
Ogni cellula del nostro organismo si ammala se non rispetta le regole organizzative, allo stesso modo l’uomo, essendo una cellule dell’universo, si può ammalare se non è in equilibrio con il tutto !
Premesso che il lato destro del corpo è sotto il controllo del fegato e quello sinistro della milza – pancreas, tutte le malattie esterne che coinvolgono il lato dx mostrano una debolezza epatica, mentre quelle lateralizzate a sinistra mostrano una debolezza di milza – pancreas.
Se non riusciamo a rapportarci all’esterno in modo tale da rimanere nella nostra coesione e unità psico- fisica vuol dire che Non siamo in equilibrio, qualunque ne sia la causa: trauma, batteri, virus, incidente, ecc.
 
Articolo di Guido Parente Naturopata
Fai conoscere il Blog!

Lascia un commento