Dott.ri Santi e D’Abramo “Guarire Cancro & SLA”

 

Vittorio Veneto, 13 marzo 2019

Bioterapia Infusionale: una nuova speranza contro il cancro

Dott. Roberto Santi, allievo del Dott. D’Abramo

Una nuova, semplice e rivoluzionaria terapia per combattere il cancro. La rivoluzione sta nell’usare soltanto farmaci “innocui”, cioè farmaci leggeri e poco “devastanti” per l’organismo umano come invece è la chemioterapia. La Bioterapia Infusionale (BIDA) prende le mosse dalle ricerche svolte a partire dagli anni ’70 dal Dott. Emanuele Ugo D’Abramo. Si tratta di una cura olistica.

Si prefigge cioè di agire su tutto l’organismo. D’Abramo ha definito questa cura “Bioterapia”, essendo composta da sostanze normalmente presenti nel nostro organismo. Il mix di sostanze utilizzate, riconosciute e registrate presso il Ministero della Salute non ha infatti effetti collaterali. Somministrandole per via venosa, in infusione continua, si ha così la certezza che ogni milligrammo delle sostanze raggiungano una concentrazione ematica efficace. Si tratta pertanto di una terapia personalizzata, che non si contrappone, ma integra, la Medicina Convenzionale. Sono farmaci base della cura la Vitamina C, utilizzata in vari Ospedali come valido sussidio alle terapie classiche oncologiche, e di altri farmaci che, durante il trattamento con chemio, ne mitigano gli effetti collaterali. Il glutatione, per gli effetti neuropatici, l’acetilcisteina per i danni renali, l’ademetionina per i danni epatici, l’acido folico per i danni al midollo osseo e la carnitina per i danni cardiaci. La terapia ha dato ottimi risultati in molte malattie come la fibromialgia o le malattie degenerative neurologiche, nelle malattie della pelle e in quelle autoimmuni. Sono stati trattati con efficacia anche malati con vari tipi di demenza. Ultimatamente la “BIDA” ha dato speranza anche a giovani Pazienti affetti da Morbo di Pandas, una forma morbosa che alcuni attribuiscono a danni da vaccino sul sistema immunitario dei piccoli Pazienti. Le vaste applicazione della terapia fanno pensare che essa ristabilisca quei meccanismi e sistemi che intervengono nell’autoguarigione.

Estremamente importante: se la cura funziona si vede subito o quasi.

Dott. Roberto Santi – Medico chirurgo, Specialista in Gastroenterologia e in Igiene e Medicina Preventiva, Medicina Olistica, Bioterapia infusionale Dott. D’Abramo, Responsabile Medicina Penitenziaria di Chiavari.

La BROMELINA e altri prodotti Utili li trovi nel sito web erboristeriaweb.eu o inviandomi una mail per consulenza

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fai conoscere il Blog!

Lascia un commento